Search This Blog

19.5.17

#New Sustainable Fashion supported by #VogueTalents


Ecco l'articolo su New Sustainable Fashion pubblicato da Vogue.it
Mancano ormai poco più di 2 settimane alla deadline di registrazione del 5 giugno.
 Integrare etica ed estetica. E lavorare per una vera innovazione responsabile. Ecco gli obiettivi delle aziende della moda e del lusso – grandi o piccole che siano – che  sempre più numerose mettono la sostenibilità tra gli asset fondamentali della loro crescita.
Cambiano le regole del gioco, quindi. Bisogna ridefinire nuovi modelli di business. E per farlo servono nuove professionalità, preparate ad affrontare nuove sfide.

Ecco perché il Milano Fashion Institute – consorzio interuniversitario per l’alta formazione nel campo della moda fondato da Università Bocconi, Cattolica e Politecnico per creare un polo formativo multidisciplinare di eccellenza e internazionale – propone lo short course “New Sustainable Fashion – Crafting innovative business models through sustainability”.

“Siamo di fronte ad un radicale cambiamento di paradigma. Numerose ricerche ci confermano che i Millennials sono molto più interessati alla sostenibilità ambientale e sociale rispetto alle generazioni precedenti: questo nuovo atteggiamento si ripercuote sulle loro decisioni, siano essi semplici consumatori oppure specialisti del settore moda come designers, managers o imprenditori. È fondamentale quindi sviluppare nuove competenze”. A dirlo è Francesca Romana Rinaldi, direttore del corso, che tra l’altro parteciperà anche all’evento “Gli abiti dell’imperatore” per una moda etica e sostenibile, organizzato dalla Commissione Economica per l’Europa delle Nazioni Unite (CEE-ONU) nell’ambito degli EU Development Days 2017, che si terrà a Brussels l’8 giugno, in collaborazione con la Camera Nazionale della Moda Italiana, Cittadellarte Fashion B.E.S.T. ed altri attori chiave.
Durante il corso si lavorerà su alcune parole chiave dell’innovazione responsabile: economia circolareriusoupcyclingprosumer-creationopen-sourcecrowdfundingwearable technologiestransmedia-storytellingB-corporations e open-innovation.
Il corso prevede lezioni in aula, case study, sessioni di orientamento , company visit, revisioni delle idee di business, project works ed eventi di networking. Si terrà al Campus Bovisa di Milano, mentre una parte verrà svolta presso Cittadellarte-Fondazione Pistoletto di Biella con in più visite al distretto industriale locale, uno tra i più importanti in Italia.
Alcune aziende del lusso leader del settore apriranno le porte agli studenti e discuteranno sulle nuove sfide nel campo della sostenibilità anche nel corso di una “tavola rotonda” a Cittadellarte. Tra le imprese visitate: Candiani Denim, produttore di tessuti,  Radici Group, produttore di fibre, Eurojersey, produttore di tessuti ed Herno.
Date dei corso: dal 7 al 27 luglio per un totale di 80 ore e le iscrizioni si chiudono il 5 giugno.
Il valore del corso è di 2.400€ ma è prevista una borsa di studio a copertura totale offerta da Vogue Talents. Per accedere alla selezione i candidati devono inviare, entro il 5 giugno, un business plan di 20 slide su un nuovo prodotto/servizio sulla moda sostenibile (a mailinfo@milanofashioninstitute.it). Il vincitore della borsa di studio sarà deciso dal team di Vogue Talents dopo una valutazione dei business plan ricevuti e sarà premiato con la partecipazione gratuita al corso e un mese di stage nell’area CSR di Gucci, azienda leader nel settore del lusso sostenibile.
I partecipanti parteciperanno anche all’evento Vogue Talents  “Who is on Next 2017” durante la settimana della moda di Milano nel mese di settembre 2017 e a un evento di networking da Patagonia nel flagship store milanese in Corso Garibaldi.
Per maggiori informazioni e per l’iscrizione andate direttamente al sito.